04 Giu 2014

La situazione dello sfalcio delle erbe sulle strade provinciali è al limite: il Comune si appella alla Provincia

 

Sono continue le segnalazioni di erbacce alte ai lati delle strade provinciali, soprattutto nella parta alta del paese, dove la situazione è al limite della tollerabilità: per questo il Comune ha richiamato formalmente la Provincia ai suoi doveri istituzionali di sfalcio delle erbe, servizio che negli ultimi anni è stato sempre carente.

«Abbiamo segnalato – ha spiegato il vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici, Giorgio Di Clemente – più volte alla Provincia lo stato di pericolosità delle strade provinciali di tutto il territorio, in via formale ed informale, ma la giustificazione dei ritardi e delle lungaggini è stata sempre quella relativa alla mancanza di fondi. Non è possibile penalizzare la sicurezza stradale in tratti di carreggiata molto trafficati e sensibili per la popolazione residente: come amministratore comunale ed ancor più come consigliere provinciale, mi sento impotente di fronte a questo modo semplicistico di trattare questioni importanti. Purtroppo, non essendo strade di nostra competenza, il Comune non può intervenire direttamente con i propri mezzi per sfalciare l'erba, ma le nostre sollecitazioni almeno hanno sortito un effetto, quello di aver strappato al Settore Lavori Pubblici della Provincia la promessa che entro dieci giorni si interverrà lungo tutta la tratta di viabilità provinciale che da Sambuceto conduce al paese alto e poi fino ai confini di Chieti. Attendiamo di vedere realizzata questa rassicurazione».

 

«Siamo preoccupati – ha chiosato il sindaco, Luciano Marinucci – per lo stato delle nostre strade, soprattutto dopo l'abolizione di fatto delle Province che senza amministratori eletti dal popolo rimarranno solo come uffici che hanno però in gestione settori nodali per la sicurezza dei cittadini, come le manutenzioni della rete viaria provinciale».

Read 8310 times
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.