14 Mag 2015

Registro carico e scarico sostanze zuccherine. Procedura di vidimazione

LA PROCEDURA DI VIDIMAZIONE DEI REGISTRI DELLE SOSTANZE ZUCCHERINE (FINO AD OGGI CARTACEA) E' STATA DEMATERIALIZZATA.

LA COMPETENZA E' STATA ATTRIBUITA ALLA ASL. "NON PIU' DEL SUAP"

E' necessaria la registrazione sul portale della ASL Lanciano Vasto Chieti per l'espletamnteo della procedura.

Di seguito tutti riferiemnti nomrativi.

Il Ministro delle politiche agricole
alimentari e forestali
Prot. n. 11 dell’ 8 gennaio 2015
Disposizioni relative alla dematerializzazione del registro di carico e scarico delle
sostanze zuccherine ai sensi dell’articolo 1-bis, comma 8, del decreto-legge 24
giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116.
Vista la legge 20 febbraio 2006, n. 82, recante disposizioni di attuazione della
normativa comunitaria concernente l’Organizzazione comune di mercato (OCM) del
vino, ed in particolare, l’articolo 28, relativo ai registri per i produttori, gli importatori
ed i grossisti di saccarosio, glucosio e isoglucosio;
Vista la direttiva 2001/111/CE relativa a determinati tipi di zucchero destinati
all'alimentazione umana;
Visto il decreto legislativo 20 febbraio 2004, n. 51, recante l’attuazione della
direttiva 2001/111/CE relativa a determinati tipi di zucchero destinati all'alimentazione
umana;
Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e successive modifiche ed
integrazioni, recante il Codice dell’amministrazione digitale;
Visto il Regolamento (CE) n. 436/2009 della Commissione del 26 maggio 2009
recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio in
ordine allo schedario viticolo, alle dichiarazioni obbligatorie e alle informazioni per il
controllo del mercato, ai documenti che scortano il trasporto dei prodotti e alla tenuta
dei registri nel settore vitivinicolo;
Visto il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio
del 17 dicembre 2013 recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e
che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE)
n. 1234/2007 del Consiglio;
Visto il Regolamento (UE) n. 861/2010 della Commissione, del 5 ottobre 2010,
recante modifica dell’allegato I del regolamento (CEE) n. 2658/87 del Consiglio
relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune ;
Visto l’articolo 1-bis, comma 8, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91,
convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, che prevede la
dematerializzazione del registro di carico e scarico di cui all'articolo 28, comma 1, della
legge 20 febbraio 2006, n. 82;
Considerato che l’articolo 1-bis, comma 10 del decreto-legge 24 giugno 2014, n.
91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, prevede che
all'attuazione delle disposizioni di cui al comma 8 del medesimo articolo si provvede
con decreto di natura non regolamentare del Ministero delle politiche agricole
alimentari e forestali;
Il Ministro delle politiche agricole
alimentari e forestali
Rilevata la necessità di assicurare una tempestiva attuazione delle disposizioni di
cui al citato articolo 1-bis, comma 8, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91,
convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116,
DECRETA
Articolo 1
(Definizioni)
Ai fini del presente decreto, si intendono per:
a) “SIAN”: il Sistema informativo agricolo nazionale;
b) “sostanze zuccherine”: le sostanze zuccherine indicate all’articolo 28 della legge
20 febbraio 2006, n. 82 quali, saccarosio, escluso lo zucchero a velo, glucosio e
isoglucosio, anche in soluzione;
c) “registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine”: il registro di cui
all'articolo 28 della legge 20 febbraio 2006, n. 82;
d) “registro dematerializzato”: il registro di carico e scarico delle sostanze
zuccherine tenuto in forma telematica;
e) “operatori”: i produttori, gli importatori, i grossisti e gli utilizzatori obbligati alla
tenuta del registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine.
Articolo 2
(Campo d’applicazione)
1. Il presente decreto fornisce le prescrizioni cui devono attenersi gli operatori per
adempiere gli obblighi di cui all'articolo 28 della legge 20 febbraio 2006, n. 82,
attraverso il registro dematerializzato.
Art. 3
(Registro dematerializzato)
1. Il registro dematerializzato è realizzato nell’ambito del SIAN ed è disponibile
dal 1° marzo 2015.
2. Gli operatori si iscrivono al SIAN secondo le modalità descritte nell’allegato 1.
Il Ministro delle politiche agricole
alimentari e forestali
3. Le modalità per la tenuta del registro dematerializzato sono indicate nell’allegato
2.
4. Con decreto del Capo del Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della
qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari possono essere
modificati o sostituiti gli allegati al presente decreto.
Art. 4
(Connettività)
1. Gli accordi di servizio per la cooperazione delle banche dati del registro
dematerializzato tra le aziende, gli Organismi di Controllo e le altre
Amministrazioni pubbliche sono definiti in un documento tecnico adottato con
determinazione del Capo del Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela
della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari.
Art. 5
(Trattamento e sicurezza dei dati)
1. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali è il titolare del
trattamento dei dati conservati nel registro dematerializzato ai sensi di quanto
previsto dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e ne assicura la gestione
tecnica e informatica.
2. L'utilizzo dei dati e delle informazioni avviene nel rispetto dei principi vigenti in
materia di trattamento dei dati, di cui al citato decreto legislativo n. 196 del
2003, nel rispetto delle regole tecniche e di sicurezza di cui all'articolo 71,
comma 1-bis, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto
legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e nell'ambito della cornice tecnico-normativa del
Sistema pubblico di connettività di cui al Capo VIII del medesimo Codice
dell’amministrazione digitale .
3. Al fine dell'applicazione delle disposizioni sulle misure di sicurezza, in
conformità all'articolo 31 del citato decreto legislativo n. 196 del 2003, il
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, adotta tutte le misure atte
a ridurre al minimo i rischi di distruzione o perdita anche accidentali dei dati
stessi, di accesso non autorizzato, di trattamento non consentito o non conforme
alle finalità della raccolta.
Art. 6
(Disposizioni transitorie e finali)
1. Fino al 30 giugno 2015 il registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine
può essere tenuto sia con modalità telematiche che in formato cartaceo.
Il Ministro delle politiche agricole
alimentari e forestali
2. A decorrere dal 1° luglio 2015 registro di carico e scarico delle sostanze
zuccherine è tenuto esclusivamente con modalità telematiche.
3. Per le violazioni relative alla tenuta del registro dematerializzato, ove ne
ricorrano le condizioni, si applica la diffida di cui all’articolo 1, comma 3, del
decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge
11 agosto 2014, n. 116.
4. Per le violazioni relative alla tenuta del registro dematerializzato continuano ad
applicarsi le sanzioni previste dagli art. 35, commi 14, lettere a), b) e c) e 15,
della legge 20 febbraio 2006, n. 82
5. Per le violazioni relative alla tenuta del registro dematerializzato conseguenti al
malfunzionamento del sistema telematico, attestato dal SIAN, è esclusa la
responsabilità dell’operatore in quanto l’errore non è determinato da sua colpa.
Il presente decreto è pubblicato sul sito internet del Ministero delle politiche agricole
alimentari e forestali ed entra in vigore dalla data di pubblicazione.
Roma 8 gennaio 2015
IL MINISTRO
Maurizio Martina

 

ALLEGATO 1
(art. 3, comma 2)
ISCRIZIONE E ACCESSO AL SIAN
Iscrizione al SIAN
Per trasmettere i dati al SIAN ciascun soggetto obbligato è tenuto ad iscriversi al portale di accesso
ai servizi del Mipaaf (http://mipaaf.sian.it).
La procedura semplificata di ISCRIZIONE richiede indicazione del codice fiscale (del titolare nel
caso di imprese individuali oppure del Rappresentante legale per soggetti giuridici) e di un indirizzo
di posta elettronica a cui saranno inviate le diverse comunicazioni.
La richiesta di iscrizione verrà quindi sottoposta ad un processo di verifica e approvazione a
conclusione del quale sarà inviato un codice PIN (Personal Identification Number) necessario per
poter effettuare la successiva REGISTRAZIONE che consentirà di ricevere le credenziali personali
per accedere all’area riservata (ovvero la password per il primo accesso mentre la username è il
codice fiscale).
Nella home page del portale http://mipaaf.sian.it sono riportate le modalità da seguire per la
richiesta di REGISTRAZIONE UTENTE nonché i requisiti minimi della postazione di lavoro.
Operatori già iscritti al SIAN
Gli operatori già in possesso delle credenziali di accesso al SIAN non devono effettuare una nuova
iscrizione. Qualora abbiano smarrito la password possono richiederne una nuova attivando
l’apposita funzione presente nella pagina di accesso all’area riservata, la nuova password verrà
inviata via email all’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di iscrizione
Utilizzo della CNS
E’ possibile accedere alla piattaforma informatica SIAN anche utilizzando una CNS – Carta
Nazionale dei Servizi con certificato di autenticazione rilasciato da uno dei soggetti iscritti
nell'elenco pubblico dei certificatori (http://www.digitpa.gov.it/firma-digitale/certificatoriaccreditati).
Prima di effettuare l'accesso l'utente dovrà avere preventivamente installato il lettore di smart card
o inserito il token USB, installato e configurato il software di firma secondo le indicazioni fornite
dal Certificatore da cui ha acquistato il kit.
L'accesso con CNS è rapido e non richiede inserimento di credenziali.
Accesso al servizio
Una volta in possesso delle credenziali di accesso al SIAN (nome utente che coincide con il codice
fiscale e password ricevuta a completamento della registrazione) per accedere al servizio di
interesse occorre selezionare, nella homepage del portale http://mipaaf.sian.it la voce ACCESSO
ALL’AREA RISERVATA, inserire le proprie credenziali, e successivamente selezionare in
sequenza AGROALIMENTARE e successivamente la voce REGISTRI > REGISTRO SOSTANZE
ZUCCHERINE.

 

Read 6352 times Last modified on Lunedì, 18 Maggio 2015 15:32
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.