29 Giu 2018

Tekal. Entro il 2018 interventi di mitigazione degli odori

La Conferenza dei Servizi presso Dipartimento opere pubbliche, governo del territorio e politiche ambientale della Regione Abruzzo, lo scorso 19 giugno 2018, ha espresso parere favorevole al rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale condizionato all'acquisizione dei chiarimenti che la ditta Tekal dovrà fornire entro 30 giorni e sui quali ARTA dovrà esprimersi. 

Ne danno notizia il Consigliere comunale Gabriella Federico e l'architetto Assunta Di Tullio, intervenuti per il Comune insieme a Vincenzo Colonna, Silvia De Melis e Andrea Santarelli (Servizio Politica Energetica, Qualità Aria e SINA), Giovanni Campanini, Raffaele Sabelli, Ada Giansante e Stefano Pelino (Ditta Tekal), Angela Delli Paoli e Roberto Civitareale (ARTA).

La Ditta Tekal, con impianto IPPC (Prevenzione e Riduzione Integrata dell'Inquinamento) è ubicata  nella Zona Industriale di San Giovanni Teatino.

"Il Comune di San Giovanni Teatino è intervenuto alla Conferenza dei servizi per il rinnovo dell'AIA della Tekal - ha dichiarato il consigliere comunale Gabriella Federico - per ricordare che l'attenzione alla sostenibilità è un dovere non solo per chi governa, ma anche per chi produce. Il Comune prendendo atto delle innovazioni che la ditta intende sperimentare per ridurre l'impatto odorigeno e sonoro, vigilerà attentamente perchè il cronoprogramma dei lavori venga rispettato e verificato nella sua funzionalità".

Lo scorso 11 giugno il Comune di San Giovanni Teatino, con una nota, aveva segnalato che "l'attività svolta dalla ditta Tekal spa si è sempre caratterizzata per un forte impatto odorigeno sul territorio che, in funzione delle diverse intensità produttive e delle varie condizioni metereologiche, può raggiungere concentrazioni tali da impedire una normale fruibilità dell'area. A tale problematica si aggiunge anche quella delle emissioni sonore", tant'è che la ditta da qualche anno era stata invitata ad eseguire uno studio sugli odori.

La Ditta, nella documentazione inerente il rinnovo, ha esplicitato quindi una serie di interventi mirati a limitare le emissioni odorigene consistenti "nel miglioramento della captazione delle emissioni diffuse e predisposizione dei sistemi di abbattimento ove necessario". Una volta completate le modifiche alla captazione, la Conferenza dei Servizi ha prescritto un periodo di monitoraggio ogni 4 mesi e per due anni. Sarà ARTA a gestire i monitoraggi. A seguito del primo. l'Agenzia per l'Ambiente si riserva di valutare l'entità delle emissioni captate, prescrivendo eventuali ed ulteriori misure mitigative.

"La Ditta inoltre - ha segnalato ARTA - deve presentare un piano di risanamento acustico, anche alla luce dei rilievi effettuati da ARTA e della definitiva approvazione della variante al piano di classificazione acustica approvato don delibera di Consiglio comunale n. 5 del 3 febbraio 2018".  La Ditta ha dichiarato che presenterà il piano di risanamento acustico entro il 2018.

Read 766 times
Rate this item
(1 Vote)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.