25 Feb 2020

Referendum Costituzionale domenica 29 marzo 2020: voto domiciliare per elettori affetti da infermità e esercizio di voto con procedura speciale (circolare allegata)

In vista del Referendum popolare di domenica 29.03.2020, confermativo del testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», il Ministero dell’Interno – Direzione Centrale dei Servizi Elettorali, ha fornito indicazioni in merito al voto domiciliare per elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione, e all’ammissione di elettori all’esercizio di voto con procedura speciale.

Per quanto riguarda gli elettori “affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile” anche con l’ausilio dei servizi di trasporto messi a disposizione dal Comuna per agevolare il raggiungimento del seggio da parte dei portatori di handicap, e quelli “affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione”, così come si legge nella nota prefettizia, gli stessi devono far pervenire al Sindaco del proprio Comune di iscrizione elettorale un’espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano, ubicata in qualsiasi Comune del territorio nazionale, in un periodo compreso fra il 40° e il 20° giorno antecedente la data di votazione, ossia fra martedì 18 febbraio e lunedì 9 marzo 2020. Tale ultimo termine (9 marzo) – prosegue la nota prefettizia – in un’ottica di garanzia del diritto di voto costituzionalmente tutelato, deve considerarsi di carattere ordinatorio, compatibilmente con le esigenze del Comune presso cui deve provvedersi alla raccolta del voto a domicilio.

La domanda di ammissione al voto domiciliare deve indicare l’indirizzo dell’abitazione in cui l’elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell’azienda sanitaria locale.

In allegato è possibile consultare anche la Circolare riguardante l’ammissione di elettori all’esercizio del diritto di voto con procedura speciale.

Read 653 times Last modified on Martedì, 25 Febbraio 2020 10:36
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.