Comunicati

Comunicati (1300)

19 Nov 2014

Iscrizione all'elenco degli scrutatori

Si ricorda ai cittadini che è in scadenza il termine del 30 novembre 2014 per iscriversi all'elenco comunale degli scrutatori. 

Gli interessati possono rivolgersi agli uffici del servizio anagrafe.

Chi si è già iscritto in passato non deve iscriversi nuovamente.

05 Nov 2014

Il Comune sulla vicenda Aca

Il Comune di San Giovanni Teatino scrive alla Regione Abruzzo per chiedere un confronto sulla gestione dei servizi idrici e nel frattempo chiede all'Aca una dilazione dei pagamenti e un rinvio al 31 dicembre delle scadenze (le bollette, infatti, andavano pagate entro il 15 novembre). Scrive il sindaco Luciano Marinucci all'amministratore unico di Aca Vincenzo Di Baldassarre: "Come Lei ha potuto constatare nell'assemblea pubblica dello scorso giovedì 13 novembre, la popolazione già colpita dalla grave crisi economica nazionale soffre un pesante disagio tanto per il pagamento degli importi accumulati che per la possibilità ridotta di dilazionamento in soli 6 mesi di consumi accumulati in più di un anno. Tutto ciò è aggravato dall'applicazione delle nuove tariffe che in alcuni casi hanno più che raddoppiato gli importi fino ad ora pagati". 

L'amministrazione comunale intanto valuterà la possibilità di lasciare la gestione Aca. "Com'è noto" si legge nella nota indirizzata al presidente della Regione Luciano D'Alfonso, ad Aca e Ato "il Comune di San Giovanni Teatino, a seguito della scadenza in data 31 dicembre 2012 della convenzione per la gestione del servizio idrico integrato con la società Enel Rete Gas, ha trasferito, in ottemperata della legge 9/2011, la gestione del SII alla società ACA spa". Prosegue il sindaco Marinucci: "A seguito di un'assemblea pubblica a cui hanno partecipato centinaia di cittadini, è emersa l'univoca volontà di "uscire" dalla società A.C.A. procedendo ad una gestione diversa, attraverso il consorzio con altri Comuni o anche mediante gestione diretta attraverso società in house del Comune di San Giovanni Teatino. Con la presente si chiede un incontro, a cui parteciperanno anche i gruppi consiliari schierati all'unanimità per tale obiettivo, per definire le relative possibilità, modalità e tempistiche".

Si ricorda che in seguito alle richieste dell’amministrazione comunale, l’Aca ha inoltre fornito le seguenti indicazioni su tre problematiche:

 

1 - nel passaggio da Enel Gas ad Aca, molte tariffe di utenze residenziali sono state date come non residenziali. L’utente in questa situazione può richiedere l’annullamento della fattura presentando il suo certificato di residenza (oppure un’autocertificazione) e fotocopia del suo documento di identità.

 

2 - altri utenti hanno segnalato di non essere allacciati alla rete fognaria, ma di avere comunque la quota di depurazione nella bolletta: anche in questo caso si tratta di un disguido legato al passaggio da Enel Gas

 

3 – in passato Enel Gas applicava una tariffa unica sia per le utenze domestiche, sia per le utenze commerciali. Nella gestione Aca, invece, esistono 14 diverse tariffe

 

TARIFFE ACA 2014 

TARIFFE UNICHE ACA 2014

03 Nov 2014

Apre lo sportello ACA di San Giovanni Teatino

Ogni martedì e giovedì, dalle 9 alle 13, è a disposizione degli utenti lo Sportello Aca in Corso Italia 126. Per chiedere informazioni sulla situazione dei pagamenti, ottenere un duplicato della fattura, cambiare indirizzo all'utenza o chiedere la verifica del contatore è possibile telefonare al numero verde 800 890 541, o inviare un fax all' 800 066 717. Per segnalare guasti della rete idrica, invece, si può chiamare il numero verde 800 800 838.

30 Ott 2014

Ripartono le attività della Scuola Civica Musicale

Il 31 ottobre 2014 la Scuola Civica Musicale ha ricominciato le sue attività: pochi giorni fa l'amministrazione ha nominato il nuovo presidente Stefano Francano, mentre le lezioni saranno guidate come sempre dal direttore Mazzoccante. "La scuola civica" assicura il neo presidente " è animata dalla passione, condivisa da tutti quelli che fanno parte della squadra. Ne vogliamo rilanciare l'azione didattica, sia per quanto riguarda i numeri sia per i riconoscimenti". La Scuola ha sede accanto a Piazza San Rocco, al centro di Sambuceto. Il 26 settembre scorso l'amministrazione ha approvato un nuovo Regolamento per la Scuola Civica Musicale: l'ambizione è di farla diventare il cuore culturale di San Giovanni Teatino, uno spazio aperto alla cittadinanza, soprattutto adolescenti e giovani, dove dare spazio alla creatività in tutte le sue forme, favorendo momenti di socializzazione, ascolto, esercizio. Nel nuovo regolamento anche progetti sociali di inclusione in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune e l'introduzione di altre discipline artistiche, nonché sperimentazioni che vedano l'integrazione di musica, teatro e danza. Saranno dunque potenziati i compiti educativi della Scuola Civica Musicale: il regolamento introduce anche la possibilità di convenzioni con le scuole o le associazioni del territorio. Tra gli obiettivi della riorganizzazione anche la riduzione dei costi (il contributo del Comune è passato da 110 mila euro l'anno a 60 mila) e l'aumento dell'autonomia gestionale, con l'introduzione di un coordinatore - nominato dal collegio docenti - che andrà ad affiancare il direttore artistico. "La meravigliosa struttura che ospita la Scuola Civica", spiega il direttore artistico Mazzoccante, "con il suo bellissimo auditorium rappresenta un "cantiere aperto", nel senso che accoglie le arti, anche quelle figurative: uno dei progetti è proprio quello di allestire delle mostre permanenti di giovani artisti emergenti, molti dei quali provenienti dal territorio abruzzese e da San Giovanni Teatino. Particolare importanza" conclude "sarà data alla formazione di un coro di voci bianche, alla formazione di un'orchestra giovanile costituita dagli allievi della scuola civica, ed ai corsi musicali per adulti e pensionati".

24 Ott 2014

Sostegno ai cittadini per l'Abbattimento Barriere Architettoniche negli edifici privati

Si informa che sarà pubblicato sul BURAT Regionale Ordinario n.44 del 5/11/2014 il Bando Regionale, unitamente allo schema di domanda di partecipazione, avente per oggetto: "Sostegno ai cittadini per l'abbattimento delle barriere architettoniche negli edific residenziali privati e ATER in attuazione della L.R. n.37 del 22 Ottobre 2013. Ripartizione delle risorse ed approvazione di Bando Regionale".

17 Ott 2014

Promemoria su Tasi, Imu e Tari

PROMEMORIA DELLE SCADENZE

In allegato le agevolazioni: quelle relative alla Tasi saranno effettive dopo l'approvazione del regolamento da parte del Consiglio Comunale.

Come calcolare e pagare la Tasi (o l'Imu)

Per il pagamento della Tasi (tassa sui servizi indivisibili) la FbTributi non ha inviato alcun bollettino poiché, come per l'Imu, la legge prevede la dichiarazione del proprietario e l'autoliquidazione tramite F24 o bollettino postale. Se si sceglie l'F24 si dovrà compilare la parte che riguarda i dati personali del contribuente, residenza e codice fiscale. Se l'immobile è intestato anche ad altre persone, oppure il versamento è effettuato da eredi o tutori, occorrerà inserire anche gli stessi riferimenti per tutti questi ultimi. È necessario, poi, inserire il numero di riferimento della propria amministrazione locale e indicare con una "x" se si tratta di un acconto, di un ravvedimento operoso, di un saldo o di altro. Il codice tributo da inserire nel modello F24 per l'abitazione principale è 3958, così come deliberato nella risoluzione 146/E dell'Agenzia delle Entrate, in data 24 aprile 2014. I cittadini che hanno già versato la prima rata a giugno dovranno pagare solo il saldo entro il 16 dicembre 2014, all'aliquota già fissata a maggio e rimasta invariata (1,7x1000). Nel caso specifico, quindi, bisognerà barrare la casella relativa al "saldo". L'anno di riferimento è ovviamente il 2014. Per calcolare l'importo della TASI si può utilizzare il calcolatore online messo a disposizione dal sito "Amministrazioni Comunali" che si può raggiungere cliccando qui, oppure ci si può rivolgere ai centri di assistenza fiscale.

Modalità di riscossione della Tari
Nella seduta del 23 aprile scorso il Consiglio comunale ha determinato il numero delle rate, la scadenza e le modalità di riscossione della Tari, la nuova tassa sui rifiuti. La Tari va pagata in tre rate: 40% entro il 30 maggio, 30% entro il 30 settembre e il restante 30% a conguaglio entro il 30 novembre (per il saldo da versare entro il 30 novembre 2014 si riceverà un avviso successivo, e verrà calcolato sulla base delle nuove tariffe Tari che saranno approvate con apposita deliberazione di consiglio comunale).

 

 

 

 

03 Ott 2014

Contributi per nido accreditati

Sino al 31 ottobre 2014 sono aperti i termini per l’istanza di accesso ai contributi a sostegno del pagamento delle rette di frequenza presso asili nido accreditati (o in fase di accreditamento. In tale caso l’accreditamento dovrà perfezionarsi entro il termine del 31/10/2014).

In allegato l'avviso e lo schema di domanda.

27 Set 2014

Nuovo regolamento per la Scuola Civica Musicale

Nuovo regolamento per la Scuola Civica Musicale. E' stato approvato dal consiglio comunale del 26 settembre 2014: tra gli obiettivi una riorganizzazione complessiva per ridurre i costi, snellire le figure amministrative e aumentare l’autonomia gestionale, con l’introduzione di un coordinatore che andrà ad affiancare il direttore artistico. “E’ necessario” ha spiegato l’assessore alla cultura Gabriella Federico al consiglio “ripensare in termini di efficacia e di efficienza la Scuola Civica musicale potenziandone il valore e la centralità nella programmazione culturale della città e allo stesso tempo aumentandone l’autonomia gestionale in un’ottica di razionalizzazione dei costi”. “Questo non significa” mette in chiaro il sindaco Luciano Marinucci “che la Scuola Civica Musicale vedrà ridimensionate le sue prerogative. Anzi vengono potenziate nel nuovo regolamento.” La Scuola ha sede accanto a Piazza San Rocco, in una posizione strategica anche come punto di riferimento per i cittadini. Finalità indicate nel nuovo regolamento, la promozione di conferenze, dibattiti, mostre, concerti, studi, masters, ricerche e ogni altra attività utile alla diffusione della cultura in genere e di quella musicale in particolare (anche in interazione con altre discipline artistiche e figurative) e di “tutte quelle iniziative e sperimentazioni che possano favorire la nascita e lo sviluppo di un'orchestra da camera e/o sinfonica cittadina, di un coro polifonico, di una banda cittadina e di gruppi musicali e artistici in genere”. La Scuola Civica Musicale, poi, vedrà potenziati i suoi compiti educativi e il ruolo di presidio per politiche sociali: il regolamento introdurrà infatti anche la possibilità di convenzioni con le scuole o le associazioni del territorio. E’ prevista inoltre la collaborazione con i servizi sociali del Comune per progetti di inclusività sociale. Nuovo obiettivo della Scuola sarà “creare spazi aperti alla cittadinanza, soprattutto alla fascia adolescenziale e giovanile, per favorire momenti di socializzazione, ascolto, consultazione ed esercitazione musicale”. Altra novità è l’introduzione di un articolo (il 4 bis) sugli organismi di partecipazione: “Il Consiglio di Amministrazione può annualmente attivare iniziative di partecipazione al governo della Scuola Civica Musicale organizzando assemblee con i docenti, i genitori degli utenti minorenni e gli utenti maggiorenni”. Le assemblee avranno un ruolo consultivo e di controllo sulle attività e i progetti in corso.

19 Set 2014

ACA: gestione morosità e nuovi piani di rientro

L'Azienda Comprensoriale Acquedottistica ha inviato una comunicazione a tutti i Comuni serviti per informare i cittadini sul nuovo piano di rientro per la gestione delle morosità.

La rilevante morosità accumulata nella riscossione dei consumi non consente all'A.C.A. S.p.A. di posticipare ulteriormente l'attività di recupero crediti e di riduzione di portata nei limiti consentiti nel regolamento d'utenza. Le difficoltà economiche del momento hanno indotto l'azienda a concentrarsi sulle possibilità di dilazionare il pagamento del debito maturato, in maniera tale da ridurre sensibilmente i casi di riduzione di portata. In tale prospettiva, l'azienda ha in corso di elaborazione una nuova procedura di calcolo, che offre, all'utenza non in regola con i pagamenti, la possibilità di ottenere dei piani di rientro molto più vantaggiosi. Il sistema di determinazione della rata si fonda su un criterio di equità basato sulla capacità economica per le diverse fasce di utenza (privati, condomini e commerciali). Si è proceduto con un abbassamento della rata minima prevista per le diverse fasce di riferimento a loro volta rivedute, a favore dell'utente, nei valori minimi e massimi del credito. Tanto si comunica affinché possa essere data ampia conoscenza delle opportunità offerte all'utenza per evitare i costi ed i disagi della procedura di riduzione e riprisitino della portata. A titolo esemplificativo si allega la scheda sintetica piano di rientro utenza.

SCHEDA SINTETICA PIANO DI RIENTRO UTENZA

PIANO DI RIENTRO UTENTE SINGOLO

- Se la morosità è fino a euro 150 è concessa rateizzazione per utente singolo con rata minima pari a euro 75 mensili

- Da euro 151 a euro 500 rate da minimo 80 euro mensili

- Da euro 501 a euro 1000 rate da minimo 120 euro mensili

- Da euro 1001 a euro 2000 rate da minimo 200 euro mensili

- Da euro 2001 a euro 4000 rate da minimo 300 euro mensili

- Da euro 4001 a euro 6000 rate da minimo 400 euro mensili

- Da euro 6001 a euro 10.000 rate da minimo 500 euro mensili

- Oltre 10.000 euro 7% dell'importo a debito per utente singolo

PIANO DI RIENTRO CONDOMINI

- Per i condomini la rata minima è la medesima che per gli utenti singoli ma va moltiplicata per il numero degli utenti condominiali

PIANO DI RIENTRO UTENTE COMMERCIALE

- Se la morosità è fino a euro 400 la rata minima è di euro 200

- Da euro 401 a euro 500 rate da minimo 300 euro mensili

- Da euro 501 a euro 1000 rate da minimo 350 euro mensili

- Da euro 1001 a euro 2000 rate da minimo 400 euro mensili

- Da euro 2001 a euro 4000 rate da minimo 450 euro mensili

- Da euro 4001 a euro 6000 rate da minimo 500 euro mensili

- Da euro 6001 a euro 10.000 rate da minimo 550 euro mensili

- Oltre 10.000 euro 7% dell'importo a debito

SECONDO PIANO DI RIENTRO

E' autorizzabile un secondo piano di rientro solo quando l'utente: singolo, condominio o commerciale, produca idonea documentazione attestante il sopraggiungere di un grave motivo che ha di fatto modificato la sua situazione finanziaria. Al secondo PDR sarà applicato un incremento del valore della rata pari al 10%

UTENTI CON REDDITO MINIMO

Nei confronti degli utenti che producono il modello ISEE si applicano ulteriori agevolazioni in base agli scaglioni di reddito, come segue:

- Reddito fino a euro 2500 lordo annuo: massimo 36 rate

- Reddito da euro 2501 ad euro 7500 lordo annuo: rata minima € 50 numero massimo di rate 40 

- Reddito da euro 7501 ad euro 12.000 lordo annuo: rata minima € 75 numero massimo di rate 36 

Diversi cittadini hanno contattato gli uffici comunali perché non hanno ancora ricevuto le bollette dell'acqua. A questo proposito:

Il Comune di San Giovanni Teatino, unitamente alla società A.C.A. S.p.A., informa la cittadinanza che la fatturazione relativa al periodo giugno 2013 - giugno 2014 sarà inviata entro il mese di settembre c.a.

Le ragioni del ritardo nell'emissione delle fatture relative all'utenza idrica sono dovute al cambio di gestione della società, con conseguente analisi di tutte le utenze per rilevare i consumi reali.

Inoltre, per evitare sovrapposizioni di scadenze, i consumi idrici successivi al periodo in oggetto saranno fatturati dopo la scadenza dell'ultima rata relativa alla prima fattura.

La fatturazione dei consumi idrici, sul calcolo dei volumi trimestrali relativi al periodo in considerazione, sarà unica, ma rateizzata in 4/5 scadenze mensili, senza ulteriori oneri di spesa.

Per qualunque informazione o chiarimento, è possibile chiamare l' 800 890 541

09 Set 2014

Lorenzo Di Pompo Comandante della Polizia Municipale a tempo indeterminato

San Giovanni Teatino dà il benvenuto al Comandante della Polizia Municipale Lorenzo Di Pompo, che fino ad oggi aveva guidato i vigili urbani del territorio attraverso una convenzione con il Comune di Orsogna. “Il nostro territorio comunale è una realtà complessa”, spiega il sindaco Luciano Marinucci, “il baricentro dell’area metropolitana, e non poteva restare ancora a lungo privo di una figura professionale così strategica.”

 

“Il primo settembre Di Pompo ha preso servizio stabilmente nel nostro Comune” prosegue l’assessore alla polizia municipale Marco Cacciagrano. “Troppo a lungo il comando municipale di San Giovanni Teatino ha avuto responsabili incaricati a termine, anche se la dotazione organica prevedeva un posto a tempo indeterminato per il ruolo di Comandante. Avere Di Pompo nella squadra rappresenta un ulteriore tassello nella ristrutturazione e razionalizzazione del personale comunale”. Lorenzo Di Pompo è stato scelto attraverso una selezione pubblica per curriculum e colloquio, in seguito a un avviso di mobilità fra enti pubblici. Tra i suoi incarichi precedenti, è stato responsabile del Corpo di Polizia Locale dell’Unione dei Comuni “Della Marrucina” e ha avuto il comando nei Comuni di Orsogna, Guardiagrele, Celano.

 

Per il sindaco è anche una promessa mantenuta: “Dare a San Giovanni Teatino un comandante a tempo pieno e indeterminato, in grado di garantire professionalità e capacità organizzativa, è un altro obiettivo raggiunto tra quelli indicati nel programma amministrativo di Progetto Comune al momento delle elezioni. Di Pompo può vantare esperienza pluriennale, disponibilità e spirito di collaborazione. Ha poi una preparazione specifica sulla riorganizzazione dei servizi di polizia locale”.  

 

 

“Per ottenere servizi efficienti e competitivi” aggiunge Cacciagrano “occorre personale professionalmente preparato. A capo delle strutture comunali devono esserci responsabili competenti ed esperti, in grado di introdurre servizi innovativi. Giorno dopo giorno lavoriamo per dare ai cittadini servizi più efficienti e vicini alle loro esigenze, come Di Pompo ha già dimostrato di saper fare: voglio ricordare a questo proposito la presenza dei vigili in bicicletta che percorrono le vie di Sambuceto dall'aeroporto a via Salara, il monitoraggio del territorio extraurbano effettuato dai volontari a cavallo dell'associazione "Giacche Verdi", l'aggiornamento professionale continuo”. 

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.