Comunicati

Comunicati (1300)

23 Mag 2017

25 anni fa, la Strage di Capaci

Falcone fa rima con Borsellino, Falcone fa rima con legalità, Falcone fa rima con memoria che diventa vita nonostante la morte.
Sempre e comunque contro tutte le mafie.

Dichiarazione del Sindaco Luciano Marinucci:

"Oggi è un anniversario di morte, ma noi celebriamo la vita.
Onoriamo la vita di Giovanni Falcone, di sua moglie, della sua scorta così come di Paolo Borsellino e di tutti quegli eroi morti ma non sconfitti.
Un pensiero oggi va anche a quanto successo al concerto a Manchester: sebbene le matrici siano apparentemente diverse, la strategia è sempre quella dell'odio e della paura.
Ricordare Giovanni Falcone significa, oggi più che mai, non arrendersi al terrore e rimanere fiduciosi e saldi nella Giustizia: la logica della vita non sarà mai battuta da quella, perversa, della morte".

 

18 Mag 2017

27 maggio 2017. Il 'Compliparco' del Parco dei 120 Alberi (video)

Un anno fa il Sindaco Marinucci inaugurava il parco realizzato dove altri amministratori volevano fa costruire 120 appartamenti. Sabato ad ogni albero è stato dato il nome di un bambino nato nell'ultimo anno a San Giovanni Teatino

 

 

 

San Giovanni Teatino festeggia un anno del cuore verde della città. Sabato 27 maggio 2017, il"Parco dei 120 alberi"compie il primo 'Compliparco', tra l'altro pochi giorni dopo la Giornata Europea dei Parchi (24 maggio).

"Noi siamo particolarmente legati a questo parco, sia nella sostanza che nella forma - dichiara il Sindaco Luciano Marinucci. - Nella sostanza perché è il simbolo di quella San Giovanni Teatino caparbia che al grigio cemento ha risposto con il verde ossigeno, poiché nella nostra comunità il buon vivere sono due parole piene di significato, e la mia Amministrazione lo dimostra costantemente. Nella forma perché, sebbene in poco tempo, questo parco è diventato luogo di aggregazione, foro pubblico dove festeggiare anche le occasioni importanti: poter celebrare il compliparco insieme ai nostri giovanissimi concittadini è un qualcosa che ci onora profondamente".

La festa ha preso il via, sabato pomeriggio, alla 15 con l'esibizione della Banda Musicale. Alle 15.30  la cerimonia di apposizione delle targhe, una per ogni nuovo nato e arrivato. Dalle 16,30 in poi la festa "In.. Parco" con le esibizioni di calcio Freestyle degli "Zeroflow", delle palestre Crossfit e Metropolitan, e del "BimbIncanto" con l'estemporanea di pittura di Art Connection. Durante tutto il pomeriggio, per i più piccoli, "Arrivano i Pirati" per l'intrattenimento.

"E' stata una festa meravigliosa - commenta l'assessore Maria Rosaria Elia. - Il Parco dei 120 Alberi è una realtà che inorgoglisce noi amministratori, ma anche la cittadinanza di San Giovanni Teatino. Ogni piccolo arbusto ha il nome di un nuovo nato e con lui condividerà .. la vita. Il primo per crescere forte e rigoglioso per far più bello il nostro parco, mentre ogni bambino crescerà per fare più forte e migliore la nostra comunità".

Il 27 maggio 2016 il Sindaco Marinucci, con gli amministratori e la straordinaria cornice di cittadini, famiglie, giovani, anziani tanti bambini, tagliava il nastro inaugurale. Il taglio significava anche la realizzazione di un sogno che altrove sicuramente sarebbe rimasto tale: Un grande parco dove qualcuno avrebbe voluto costruire 120 appartamenti e dove stanno crescendo 120 alberi.

L'area di 17mila mq in via Quasimodo era stata recuperata alla lottizzazione autorizzata da una precedente amministrazione e destinata a verde pubblico grazie alla determinazione della Giunta Marinucci che mantenne l'impegno preso 5 anni prima con almeno 250 famiglie di San Giovanni Teatino. In appena un anno e mezzo (i lavori iniziarono il dicembre 2014), venne smantellato il vecchio campo di calcio, demolite le strutture e rimossi i detriti dalla ditta Diodato che si aggiudicò l'appalto (188 mila euro) per la realizzazione di un grande parco

Simbolicamente, su precisa indicazione del Sindaco Marinucci, la ditta Marinelli di Città Sant'Angelo, vi ha piantato 120 giovani arbusti, tanti quanti sarebbero potuti essere gli appartamenti. In quel 27 maggio di un anno fa il Sindaco Marinucci promise che ogni albero avrebbe avuto il nome di un nuovo nato o bambino adottato nell'ultimo anno in città. Con deliberazione di Giunta Comunale n. 264 del 22.11.2016 fu quindi stabilito di avviare il progetto "Un albero per ogni nato e minore adottato" anche se San Giovanni Teatino non raggiunge i 15 mila abitanti previsti dalla legge 10/2013.

Il giorno è arrivato. Sabato pomeriggio 27 maggio accanto alla base di ogni albero è stata sistemata l'originale targa del Comune di San Giovanni Teatino con il nome del bambino che sarà ora anche il nome di quell'albero.

 

 

Da un anno ormai la comunità di San Giovanni Teatino vive e si gode il suo parco dei 120 alberi. Un luogo molto frequentato da persone e famiglie dei comuni vicini, sopratutto nei fine settimana L'area verde del parco è attraversata da un percorso vita di quasi mille metri, ed un viale centrale di 360 metri. Ci sono panchine, una palestra con attrezzi all'aperto, area giochi per bambini, illuminazione a led e l'area di sgambamento, per animali di affezione, più grande dell'area metropolitana. Nel parco inoltre sono in esposizione le opere di "Sculpere", realizzate in occasione del simposio internazionale di scultura dell'agosto 2012.

 

Il video di un anno fa

19 Mag 2017

Centro Raccolta. Presentato il plastico

Il plastico dell'impianto, che sarà realizzato in via Bolzano, presentato in Comune. Centro di raccolta e campagne di comunicazione segneranno la svolta nella raccolta differenziata, nel riciclo e  i cittadini pagheranno meno.

L'amministrazione Marinucci non perde tempo e comincia a dare concretezza alle priorità "Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2017/2019 e annuale 2017", fondamentale documento di programmazione approvato dalla maggioranza di "Progetto Comune" (le minoranze si sono astenute senza proporre alcun emendamento)

La realizzazione di un Centro Raccolta (piattaforma ecologica) è la prima delle sei priorità illustrate dall'assessore Massimiliano Cesario Bronzino. Il plastico del centro raccolta è stato mostrato mercoledì mattina, 17  maggio, al Sindaco Luciano Marinucci e agli assessori Massimiliano Bronzino Cesario ed Ezio Chiacchiaretta. Presenti la responsabile settore III (Lavori pubblici) architetto Assunta Di Tullio, il responsabile del progetto architetto Enrico Vecchiotti e rappresentanti di SGS (San Giovanni Servizi srl) società partecipata che ha la gestione dei servizi di igiene urbana in città.

"Un’opera necessaria - spiega l'assessore Bronzino - per accompagnare la riforma del sistema di raccolta e la crescita della percentuale di differenziazione dei rifiuti del nostro comune. Grazie a tale opera i cittadini saranno liberi di conferire il rifiuto direttamente nell’area dedicata qualora necessitassero e efficienteremo il sistema di raccolta. Abbiamo raggiunto una piena condivisione del progetto insieme al management della SGS Servizi e nelle prossime settimane il progetto preliminare sarà depositato per dare avvio alle procedure di approvazione e variante".

Di recente, infatti, la Regione Abruzzo ha comunicato al Sindaco Marinucci lo sblocco delle risorse necessaria alla realizzazione del Centro Raccolta, nell'ambito dei "Programmi straordinari per lo sviluppo delle raccolte differenziate, il recupero ed il riciclo" e del "Programma straordinario per la prevenzione e riduzione dei rifiuti". Sono 200 mila euro provenienti dalla Linea di azione PAR FAS: IV.1.2.a. Il Comune di San Giovanni Teatino integra il contributo regionale con 85.714,28 euro, derivanti dall'avanzo di amministrazione 2015.

La "piattaforma ecologica" sarà realizzata in via Bolzano, in un'area di circa 2 mila mq adiacente l'Autoparco comunale. Nei prossimi giorni la firma della convenzione in Regione Abruzzo.

L'attivazione del Centro Raccolta sarà accompagnata da una intensa campagna di sensibilizzazione. Il conferimento diretto, soprattutto di ingombranti, sarà incentivato. Sarà possibile l'introduzione della 'Tariffa Puntuale' pesando esattamente i rifiuti indifferenziati prodotti dalla singola utenza domestica.

18 Mag 2017

NEET. Evento moltiplicatore del progetto ECMYNN. Municipio, 30 maggio - ore 9.30.

"Once NEET, always NEET? Making sense of NEETs policies and strategies". La mattina di Martedì 30 maggio, a partire dalle 9.30, nella Sala consiliare del Municipio di San Giovanni Teatino, si terrà l'evento finalizzato ad illustrare e approfondire strategie e modelli operativi, e a diffonderne i risultati ad un vasto pubblico di addetti ai lavori, del progetto Erasmus + "ECMYNN".

Il Comune di San Giovanni Teatino è lead partner del progetto Erasmus+ “Enhancing Competences to  Meet Young's NEETs Needs” (E.C.M.Y.N.N.)" che ha ideato e testato soluzioni, servizi, interventi  innovativi che incontrano i bisogni differenziati dei giovani NEET "Not in Education Eployment or Training" ovvero giovani non impegnati nella studio, nè nel lavoro, nè nella formazione.

Il progetto si trova nella fase conclusiva: per questo è stato organizzato un Multiplier Event denominato “Once NEET, always NEET? Making sense of NEETs policy and strategy”. Sarà l'occasione per riflettere sul fenomeno dei giovani NEET alla luce delle innovazioni sviluppate dal progetto ECMYNN e dell'imminente rilancio della "Youth Garantee Initiative". L'evento di San Giovanni Teatino, introdotto e moderato da Romano Benini, autore dei programmi di comunicazione televisiva sul lavoro della Rai "Okkupati" e "Il posto giusto", sarà strutturato in due momenti, concepiti al fine di amplificare la comunicazione esterna del progetto e moltiplicarne l'impatto potenziale. La giornata sarà aperta dagli interventi del Sindaco Luciano Marinucci e l'assessore alle politiche sociali Ezio Chiacchiaretta.

La prima sessione (ore 9.40) sarà di reporting del progetto. Il Comune capofila (San Giovanni Teatino) ne offrirà la descrizione sintetica di un progetto considerato prioritario nelle politiche europee per il settore giovanile. Sono previsti gli interventi di Luigina Ciarrocchi, Iole Marcozzi e Matteo Paradisi per il comune di San Giovanni Teatino, Gennaro Tornincasa di Lynx Territorio Sociale (responsabile di tutti gli output intellettuali) e dei partner: Ignacio Fernandez Lopez (Municipality od San Sadurnino - Spagna), Dimitrios Theodoropoulos (KDVM Atom Patras - Grecia), Aleksandra Drygas (Caritas Archdiocese of Danzica - Polonia) ed Eleonora Dragomir (ASCETIS Assosation - Romania). Le testimonianze di tre giovani NEET italiani coinvolti nel progetto e la proiezione di un video concluderanno questo primo momento.

La seconda sessione (ore 11.15) costituirà l'occasione per una riflessione sulle nuove politiche, strategie e servizi diretti ai NEET anche in relazione alla seconda fase di Youth Garantie (Garanzia Giovani). Sarà un dialogo sulle prospettive delle politiche e dei servizi diretti ai NEET alla luce delle innovazioni sperimentate dal progetto ECMYNN. Parteciperanno policy maker, gli assessori della Regione Abruzzo Marinella Sclocco e Andrea Gerosolimo, il Direttore Regionale Lavoro-Formazione-Attività Produttive Tommaso Di Rino, il presidente della IV Commissione Europa della Regione Abruzzo Luciano Monticelli, il Sottosegretario Federica Chiavaroli, e stakeholders, Fabrizio Coccetti del Comune di San Giovanni Teatino, Sonia Di Naccio di Confesercenti Abruzzo, Letizia Scastiglia di CNA Chieti, Andrea De Leonibus di Giovanni Industriali di Confindustria Chieti-Pescara, Lucia Todisco della Società Consortile Irene, Stefano Fricano dell'Azienda Speciale CCIAA Chieti ed Elena Tiberio di ABruzzo Sviluppo.

Al termine sarà sottoscritto un accordo di cooperazione tra i partners finalizzato a sviluppare idee/progetti futuri. 

Il progetto ECMYNN è partito due anni fa nel febbraio 2015. Dopo una fase di ricerca sul fenomeno NEET in ciascun territorio interessato - di cui si è occupato Territorio Sociale - gli operatori dei servizi per i giovani delle organizzazioni coinvolte sono stati formati per rispondere specificamente, con nuovi servizi, alle esigenze e ai fabbisogni rilevati della particolare categoria di giovani disoccupati. I risultati della ricerca, della formazione e delle nuove modalità di erogazione, hanno dato vita ad una serie di strumenti che saranno di ausilio a chi lavora nel campo dell'occupabilità in tutta Europa.

Il Comune di San Giovanni Teatino è capofila del partenariato strategico che include l’impresa sulmonese Territorio Sociale e le organizzazioni pubbliche e private di Spagna, Grecia, Romania e Polonia. Per il progetto ha ottenuto un finanziamento Erasmus+ di circa 300mila euro, superando la concorrenza di 200 progetti arrivati da tutta la nazione. 

16 Mag 2017

Libera circolazione - Assegni familiare e di maternità. Moduli da scaricare

In allegato sono scaricabili i moduli per

Richiesta di rilascio della tessera di libera circolazione 2017.

Richiesta rinnovo tessera di libera circolazione 2017.

Richiesta duplicato della tessa di libera circolazione 2017.

Domanda per l'erogazione assegno nuclei familiari.

Domanda per l'erogazione dell'assegno di maternità.

 

 

16 Mag 2017

Solidarietà. Raduno motociclistico. Info su viabilità

15 Mag 2017

Emergenza cinghiali. Si alla caccia selettiva autorizzata (video)

Anche a San Giovanni Teatino arriva l'emergenza cinghiali, in particolare in via Montegrappa e in zona Dragonara, non distante dal casello autostradale della A14. A seguito dei numerosi avvistamenti degli ultimi giorni, anche di esemplari di grosse dimensioni, il Sindaco Luciano Marinucci si è attivato con la Polizia Provinciale di Chieti per fronteggiare il problema ed evitare rischi alla viabilità e pericoli all'incolumità pubblica. Emblematico il caso di un cittadino, Franco De Melis, che si è trovato un cinghiale in giardino (foto allegata) che ha costretto la famiglia a fuggire in casa ed ha aggredito e ferito il cane.

Il pomeriggio di giovedì 11 maggio, accogliendo l'invito del Vicesindaco Giorgio Di Clemente, il Comandante della Polizia provinciale Antonio Miri, ha delegato l'Ispettore Fabrizio Di Campli ad effettuare un sopralluogo nelle zone degli avvistamenti.

Prima, in municipio, Di Campli ha illustrato a Di Clemente quale sia la situazione nel territorio comunale: "San Giovanni Teatino si trova in 'zona non vocata' nell'ATC (Ambito Territoriale di Caccia) Chietino. Pertanto non vi operano squadre per l'abbattimento selettivo. Cacciatori autorizzati, perchè hanno seguito corsi, e gli stessi poliziotti provinciali possono però provvedere agli abbattimenti. La Giunta regionale, alcuni giorni fa, - ha ricordato Di Campli - ha approvato il Piano di controllo del cinghiale che consente l’abbattimento della specie per l’intero anno, anche negli Istituti di tutela e nei periodi di caccia chiusa. Il piano è stato pensato espressamente per il controllo delle popolazioni di cinghiale ed il contenimento degli impatti che la specie provoca all’agroecosistema. Inoltre il 9 febbraio, con determina DPD 023/14 del 09 febbraio 2017, il Dipartimento dello Sviluppo rurale ha autorizzato la caccia di selezione al cinghiale in Abruzzo fino al mese di giugno 2017, a seguito del parere favorevole espresso dall'ISPRA sui Piani di abbattimento predisposti dagli ATC".

Già nei prossimi giorni, quindi sarà possibile, a cacciatori autorizzati, di intervenire per l'abbattimento di cinghiali.

Soddisfatto, per l'esito dell'incontro, il Vicesindaco Giorgio Di Clemente: "Dallo scorso hanno gli avvistamenti di cinghiali, sul territorio comunale non sono più sporadici. Nono solo danni agli agricoltori. In alcuni casi, purtroppo, ci sono stati episodi sgradevoli se non pericolosi per l'incolumità delle persone e degli animali d'affezione. Era necessario trovare una soluzione che, grazie alla disponibilità del comandante Miri e dell'ispettore Di Campli, sembra sia stato trovata e sarà messa in pratica già nei prossimi giorni. Invito i cittadini a segnalare, ma assolutamente a non prendere iniziative. Sparare in aria o ai cinghiali potrebbe essere molto pericoloso e tra l'altro illegale".

12 Mag 2017

Un anno di "Terra Comune" a San Giovanni Teatino (video)

Positiva l'esperienza del primo orto urbano su un terreno di proprietà comunale. Il Sindaco Marinucci e l'ex assessore Feragalli hanno incontrato gli 'ortolani'. Sul sito del Comune, a giorni, l'avviso per la disponibilità di altri 4 orti urbani


"Terra Comune" ha compiuto un anno. Il primo orto urbano, su terreno di proprietà del Comune di San Giovanni Teatino,  è coltivato, produce e ha favorito interessanti iniziative e buone abitudini.

 

Era il 28 aprile 2016 quando un terreno fu consegnato ufficialmente, dal Sindaco Luciano Marinucci e dall'allora assessore Alessandro Feragalli, ad un gruppo di cittadini che ne avevano fatto richiesta. Fu una giornata di festa alla quale partecipò tutta l'amministrazione che, in questa iniziativa, aveva molta fiducia.

Un fiducia ben risposta come hanno potuto constatare il Sindaco Marinucci e Alessandro Feragalli durante la visita a Terra Comune.

L'orto urbano è un lembo di terra coltivabile di circa mille metri quadrati, tra via Giulio Cesare e la Cittadella dello Sport, diviso in 11 piccoli orti , coltivati da altrettanti residenti nel vicino condominio Azzurradue. 

"Lo scorso anno rappresentava una novità assoluta per la nostra collettività, - ha spiegato l'ex assessore comunale Alessandro Feragalli - un'esperienza pilota che ha dimostrato di funzionare. I nostri ortolani urbani sono ancora motivatissimi e sono la dimostrazione di quanto possa essere importante la collaborazione e la fiducia tra istituzioni e cittadini".

"Terra Comune" è  un'esperienza di filiera corta, per produrre ortaggi e frutta, ma anche per lo smaltimento dei rifiuti organici. Nonostante il Comune abbia dotato l'orto di una compostiera, per produrre compost utilizzato nella coltivazione degli orti, gli 'ortolani', di loro iniziativa ne hanno realizzate altre due per rendere ancora più efficiente il riciclo degli scarti di coltivazione e consumo dei prodotti agricoli.

Il terreno dove sorge "Terra Comune" fu ceduto al Comune di San Giovanni Teatino in un comparto che prevede l'attraversamento di una strada. I tempi sono lunghi e per il momento il Sindaco Marinucci ha ritenuto che l'orto urbano sia la migliore destinazione. Cittadini responsabili ne hanno cura, coltivandolo, e di fatto presidiando e valorizzando un terreno che altrimenti rimarrebbe incolto e abbandonato. "Terra Comune", inoltre,   è diventato anche un luogo di incontro e scambio di esperienze. Come è capitato al Sindaco Marinucci e Feragalli che sono stati  accolti dagli 'ortolani' sui campi dove hanno assaggiato fave ed altri prodotti, apprezzato progetti e  l'illustrazione di tecniche di coltivazione ecocompatibili. Alcune donne sono arrivate con un ciambellone appena sfornato. Tra una fetta e l'altra ci si è dati appuntamento tra un mese, per la raccolta dei pomodori.

"E' anche attraverso questo tipo di iniziative che costruiamo il buon vivere a San Giovanni Teatino - dichiara il Sindaco Marinucci che aggiunge - Ora speriamo che anche altri cittadini si organizzino e seguano l'esempio. Abbiamo altri terreni che potremo destinare ad orti urbani. - fa sapere il Sindaco Marinucci - A breve avremo a disposizione delle aree a ridosso della centrale elettrica sul fiume Pescara di Energia Verde. In quell'ambito saranno disponibili 4 orti urbani importanti. Associazioni e cittadini di buona volontà potranno farne richiesta non appena la disponibilità sarà comunicata sul sito del Comune".

11 Mag 2017

Disservizi ACA. Il Sindaco Marinucci a Rete 8 (video)

Servizio di Gigliola Edmondo

E’ caos in alcuni Comuni del Pescarese e del Chietino dove sono giunte in questi giorni numerose segnalazioni di utenti dell’Aca che si sono visti vedono recapitare a domicilio dei solleciti e preavvisi di distacco delle utenze idriche, per non aver pagato delle bollette precedenti, bollette che ,però, non erano mai giunte a destinazione. A San Giovanni Teatino, come in altre municipalità, gli uffici sono stati presi d’assalto da utenti infuriati. Il sindaco Luciano Marinucci, ci ha spiegato che un cittadino ha informato il Comune, di aver trovato all’inizio di via Roma un pacco di bollette dell’Aca non recapitate. Pertanto, insieme al vice sindaco Giorgio Di Clemente, si è attivato per risolvere il problema. Questa mattina il primo cittadino ha parlato con il presidente dell’Aca Luca Toro. Raggiunto telefonicamente dal Tg8  il presidente Toro ha detto che la società acquedottistica, a conoscenza di quanto avvenuto, ha già provveduto il 10 aprile scorso a pubblicare un bando di gara, che scadrà il 16 maggio, per trovare una nuova società che si occupi del recapito delle bollette.

 

09 Mag 2017

Cittadini e Sicurezza. Consigli dei Carabinieri

 

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.