Comunicati

Comunicati (1300)

29 Ago 2016

Officine Mobili. Iscrizioni entro il 20 settembre 2016

 

29 Ago 2016

Consiglio Comunale. 2 settembre 2016

Il Presidente MARCO CACCIAGRANO, visto il T.U. D.lgvo n. 267/2000, visti gli artt. 55 e 56 del regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale;

CONVOCA

il Consiglio Comunale in seduta pubblica, sessione straordinaria, presso la sala consiliare, per il giorno 02 settembre 2016 alle ore 17.00 per la trattazione dei seguenti argomenti posti all'ordine del giorno:

  • Approvazione verbali sedute precedenti.
  • Variante all'art. 99 delle N.T.A. del PRG adottato con deliberazione di C.C. n. 08 del 27.02.2016 - Adozione.
  • Linee programmatiche dell'azione di Governo dell'Ente.
  • Regolamento d'uso del verde.
26 Ago 2016

Serata di Solidarietà, Sport e Fitness a Sambuceto

Domenica sera manifestazione delle attività sportive e fitness con la presenza del nucleo volontari di Protezione civile che raccoglierà fondi a favore dei terremotati

 

Ci sarà anche uno stand del Nucleo Volontari Protezione Civile San Giovanni Teatino alla "Serata dello Sport e Fitenss", domenica 28 agosto, alle ore 18.30.

"Sarà l'occasione per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal devastante terremoto del 24 agosto, ora che si sta per entrare nella delicata fase del sostegno quotidiano alle famiglie rimaste senza una casa e senza nulla. - spiega il Sindaco Luciano Marinucci - Voglio ringraziare la straordinaria generosità dei miei concittadini e delle attività commerciali presenti sul territorio, come ha avuto modo di constatare, in poche ore, il presidente del locale nucleo di protezione civile Luigi Tondo. Con lui condividiamo ora la necessità di raccogliere fondi, come stiamo già facendo queste sere nel corso della manifestazione di danza in svolgimento nell'area bocciodromo comunale (Cittadella dello Sport). In attesa che ci sia ancora bisogno di derrate alimentari a lunga conservazione, abbigliamento, prodotti per l'igiene personale e quant'altro, ora servono le risorse economiche".

L'evento "Serata dello Sport e Fitenss"è organizzato dall'assessorato al turismo e alle manifestazioni e mette "in piazza" tutte le attività sportive. Tutti avranno la possibilità di conoscere sport, istruttori di fitness, avere informazioni, provare attrezzi.

L'inizio della manifestazione di domenica 28 agosto è previsto per le 18.30. Fino alle ore 20.00 allo stand, o con sms (348.0387885), è possibile iscriversi al torneo di "Calcio Balilla Umano".

"Sarà l'occasione per stare insieme conoscere attività sportive, apprezzare il 'benessere', ma anche di dimostrare concretamente la solidarietà a persone, famiglie, bambini che stanno vivendo il dramma del post-terremoto. - dichiara l'assessore alle manifestazioni Maria Rosaria Elia - I volontari della protezione civile saranno a disposizione dei cittadini per fornire tutte le informazione perchè la generosità di tutti diventi aiuto utile, concreto ed efficace".

26 Ago 2016

NEET. Opportunity Cocktail in Settembre

A settembre 4 giovani di San Giovanni Teatino presenteranno le opportunità dei nuovi servizi del Comune per i giovani 'non occupati'. Marinucci: "Il progetto ECMYNN entra nella fase operativa"

 

Il Comune di San Giovanni Teatino sta gestendo in qualità di capofila un progetto Erasmus+ focalizzato sul target NEET (giovani non impegnati in un percorso di studio, formazione o lavoro) denominato “E.C.M.Y.N.N. - Enhancing Competences to Meet Needs of Young's Neets” (www.ecmynn.eu/). Gli altri partners di progetto sono Lynx Territorio Sociale, la municipalità spagnola di San Sadurnino, la Caritas polacca di Danzica, l’organizzazione greca ATOM e l’associazione rumena Ascetis.

Il progetto si trova ora nella fase di sperimentazione e test pilota di nuovi servizi che verranno messi a disposizione per i giovani del territorio. Il Comune si è avvalso della collaborazione di ragazzi del posto: Luca Trabucco, Francesca Valentini, Alessandra Palumbo e Aurora Sorrenti. I quattro giovani stanno organizzando l'evento per presentare i nuovi servizi ai giovani del territorio. Dal mese di Luglio, infatti stanno lavorando con gli operatori del Comune stanno lavorando per “Work&Party – Opportunity cocktail” che si terrà nel mese di Settembre.

"In quella occasione - spiega il Sindaco Luciano Marinucci - saranno il giovani, con il loro linguaggio, la loro sensibilità ed esperienza maturata in questi mesi, i veri protagonisti. Luca, Francesca, Aurora e Alessandra illustreranno ai partecipanti tutte le opportunità e i nuovi servizi che il nostro Comune metterà a disposizione tramite il progetto ECMYNN. L'evento, inoltre, si svolgerà in un ambiente informale e giovanile, con musica, giochi da tavolo ed un cocktail offerto ad ogni partecipante".

24 Ago 2016

SOS TERREMOTO

Tutti i cittadini possono intervenire e contribuire alle prime necessità nei luoghi terremotati

Ore 16.30 c/o NUCLEO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE SAN GIOVANNI TEATINO

Corso Italia, 126 - tel. 333 893 9999

 

LATTE IN POLVERE, COPERTE, ACQUA. Cibo a lunga conservazione, garze, siringhe, cerotti, prodotti per l'igiene personale, indumenti vari puliti, guanciali.

 

 

RACCOLTA FONDI

L'assessore Maria Rosaria Elia comunica che sarà possibile fare donazioni in denaro.
Un banchetto della Protezione Civile che sarà allestito a San Giovanni Teatino (Cittadella dello Sport - Bocciodromo comunale, via Ciafarda) nei giorni 25, 26 e 27 agosto, a partire dalle ore 21 in occasione dell'evento "Parco in Danza V edizione ViDa Summertime"

 

 

Il Comune di San Giovanni Teatino si stringe alle popolazioni e ai territori colpiti dal sisma e si è attivato con la il locale Nucleo Volontari Protezione Civile per tutte le iniziative, raccolta fondi e beni di prima necessità, utili per fronteggiare l’emergenza e le prossime ore e giornate.

Sin dalle prime ore di stamane il Sindaco Luciano Marinucci ed il Vicesindaco Giorgio Di Clemente sono in contatto con la Protezione Civile Regionale perché l'amministrazione comunale e tutti i cittadini possano fare la loro parte in questa drammatica fase.  

Le scosse di terremoto si sono chiaramente avvertite anche nella nostra città, fortunatamente senza conseguenze. Il Sindaco Luciano Marinucci ha verificato eventuali danni causati dal forte terremoto che questa notte ha colpito il Lazio, le Marche e l’Umbria.

La Protezione Civile ha accolto la disponibilità dell'amministrazione comunale. Anche i cittadini potranno fornire tutto quello che serve a dare aiuto e conforto alle popolazioni terremotate e agli sfollati, da oggi pomeriggio, mercoledì 24 agosto, dalle ore 16.30, presso il Nucleo Volontari di Protezione Civile San Giovanni Teatino, in corso Italia 126.

24 Ago 2016

Pre e Post scuola. Avviso ai genitori

23 Ago 2016

Riaperta via Monte Grappa

Via Monte Rosa e via Monte Rosa consolidate e messe in sicurezza. Erano chiuse dal dicembre 2013 a causa di una frana. L'impresa ha riconsegnato i lavori in anticipo sui tempi.

 

Via Monte Rosa e via Monte Grappa riaprono al transito veicolare. L'impresa Di Prospero di Pescara ha rimosso l'ultimo barriera che chiudeva il cantiere e dopo quasi 3 anni di attesa è stata riconsegnata al transito veicolare l'importante via di collegamento collinare tra il centro storico di San Giovanni Teatino e Francavilla, Pescara-San Silvestro.

All'atteso evento erano presenti il vicesindaco Giorgio Di Clemente, l'assessore all'urbanistica Ezio Chiacchiaretta, il direttore dei lavori, l'architetto Sonia Mazzocchetti, il RUP del comune architetto Enrico Vecchiotti, i responsabili dell'impresa.

"Una promessa mantenuta - ha dichiarato il Sindaco Luciano Marinucci - perchè siamo riusciti a trovare risorse nell'avanzo di amministrazione del 2014, e quindi senza attendere le lungaggini burocratiche della Regione, appaltarla e affidarli lo scorso 5 aprile, e ringrazio l'impresa Di Prospero di averli completati quasi un mese prima della scadenza fissata al 16 settembre 2016. Il lavoro è ottimo e soprattutto mette in sicurezza la strada e le abitazioni dal rischio di nuove frane. Inoltre è stata realizzata una nuova ed efficace regimentazione delle acque. Merito della costruttiva collaborazione tra amministratori, staff tecnico del comune, impresa e RTI di professionisti (architetti Franco Valentini e Sonia Mazzocchetti)".

La strada era chiusa dal dicembre 2013, a causa delle frane provocate da una straordinaria ondata di maltempo. Fino a solo i residenti in zona hanno potuto percorrerla per un breve tratto.

I "Lavori di consolidamento scarpate tra via Monte Rosa e via Monte Grappa" erano stati affidati lo scorso 5 aprile  2016 all'impresa Di Prospero srl di Pescara che si era aggiudicata l'appalto il 17 marzo 2016 per un importo complessivo di 180.000 euro. Si tratta del capitolo di bilancio destinato a "Sistemazione e manutenzione di strade comunali", finanziato con l'avanzo di amministrazione 2014.

23 Ago 2016

AVVISO DISINFESTAZIONE

Si avvisano i cittadini che in data giovedì 25 agosto 2016, a partire dalle ore 23.00 e fino alle ore 03.00 di venerdì 26 agosto 2016 verrà effettuato il servizio di disinfestazione sull'intero territorio comunale. Saranno utilizzate sostanze in modalità e quantità tali da non provocare nessun danno a persone o cose, Possono tuttavia avere qualche effetto irritante su pelle emucose di persone sensibili.

PRECAUZIONI DA ADOTTARE

  • TENERE LE FINESTRE BEN CHIUSE (importante per le persone ipersensibili agli irritanti, affetti da asma allergico, bronchite cronica, enfisema)
  • NON LASCIARE ALIMENTI SUI BALCONI
  • NON LASCIARE PANNI STESI AD ASCIUGARE ALL'APERTO
  • NON SOSTARE ELLE PIAZZE E NEI LUOGHI DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO
14 Ago 2016

Sopralluogo del Sindaco Marinucci in via Rossi (video)

Prima di Ferragosto il Sindaco Luciano Marinucci ha fatto un nuovo sopralluogo nel cantiere di via Roma. Superati i problemi, in parte preventivati con la rete della raccolta acque bianche e sottoservizi, rovinati o invasi dalle radici degli alberi, i lavori proseguono speditamente. Marinucci spiega (e mostra) perchè, soprattutto per motivi di sicurezza, sono stati abbattuti alcuni arbusti. Nuove essenze consigliate dalle guardie forestali, saranno messe a dimora in settembre

 

12 Ago 2016

Forca Bobolina. Le origini di San Giovanni Teatino

La nuova fontana/rotatoria di Dragonara celebra Forca Bobolina.

Il nome di "Forca" è collegato all'idea di "valle stretta" (si ricordino le famose "Forche Caudine" dei Romani).

Ma perché "bobolina"?

Sicuramente "bobolina" deriva da "bos-bovis" (bue), e non da "populus" (pioppo - Forcapopolina). La riprova di questo significato è data dal fatto che, negli antichi documenti, non troviamo mai "Forcapopol ina", ma "Forcabobolina" o "Forcabovolina". Di Forcabobolina si fa menzione negli antichi documenti, specie ecclesiastici. Eccone qualche esempio eloquente. Nel 1095 Roberto Conte dei Conti dona alla Chiesa Teatina, S. Gerusalemme e S. Salvatore in Aterno (Pescara), il castello di Forca e altre chiese. Nel 1099 il vescovo di Chieti, Rainolfo, dona il Castello di Furca insieme a quello di Villamagna a due suoi nipoti, Guglielmo e Gilberto, normanni.Nel 1115 il Papa Pasquale II, confermando alla Chiesa Teatina le donazioni fatte da Roberto, conte di Loretello, di Tascione, di Roberto e di Guglielmo, fa scrivere: In teatino autem comitatu castellum Sancti Pauli et castellum quod Furca dicitur" (= Nella contea teatina, il castello di S. Paolo "Colle S. Paolo" e il castello detto "Forca"). Nel 1195 Enrico VI, padre di Federico II di Svevia, emana un diploma nel quale è menzionata una silva et territorium Sambuceti alle dirette dipendenze di Pescara. Nel 1173 Alessandro III, con la Bolla concistoriale "In eminenti", confermando gli antichi confini della diocesi di Chieti, nomina espressamente "castellum Sancti Pauli, castellum quod dicitur Furca, castellum Genestrule etc.". Nel 1226 nel diploma di Federico II di Svevia, emanato nell'occasione straordinaria della convocazione dei baroni del Regno a Pescara, prima di partire contro i comuni dell'Italia centro-settentrionale, si evidenzia come Chieti fu per il Castellum Furca il riferimento politico-istituzionale, mentre Aterno fu il fulcro di orientamento economico.Nel 1323 Nell'inventario dei beni della Mensa Vescovile di Chieti, formato per ordine di Mons. Raimondo De Mausaco, dei Frati Minori, francese di nascita ed esattamente di Marsiglia, nel cap. IV tratta dei "demania Ecclesiae Theatinae in castro Furcae" (ff. 80-81) e dei diversi "foculari" di detto "castrum Furcae" (ff. 81-82). L'Ughelli, in "Italia Sacra" (v. IV, c. 739), parlando di Fr. Raimondo de Mausaco, asserisce che egli obbligò un certo Giovanni del castello di Forca, feudatario della sua Chiesa, a prestare obbedienza alla stessa e a riconoscerla per padrona offrendo un censo annuo nella festività di S. Tommaso e di dare un pranzo al Capitolo Teatino o di versarne il denaro equivalente: "Compulit an. 1322 Joannem Furcae Castri Dominici Ecclesiae suae feudatarium ad oboedientiam, et ad ipsam cognoscendam Ecclesiam singulis annis certo censu persolvendo, et quod teneretur singulis annis in Festo S. Thomae prandium facere Capitulo Teatino, vel pecuniam solvere".Nel 1692 in una bolla conservata nell'archivio del Capitolo Metropolitani di Chieti, troviamo che Ignazio Ricciardone, maestro della Canonica, Camillo Urbanizio, arcidiacono, e l'abate Ignazio Toppi, procuratori del Capitolo, cedono in enfiteusi sino alla terza generazione una masseria in Forca Bobolina a Venanzio Filippone.

Di tale signoria della Curia di Chieti su Forcabobolina ne abbiamo conferma nel predicato che abitualmente seguiva il nome del Vescovo di Chieti pro-tempore: "Barone di Forcabobolina".Nel 1697 dal catasto preonciario conservato nell'archivio comunale di San Giovanni Teatino, in cui sono contenute le documentazioni preparatorie alla formazione del Catasto Onciario, compilato negli anni 1742-1743 e conservato nell'archivio di stato di Napoli, conosciamo le famiglie, le proprietà, i luoghi del nostro passato. Una sintesi socio-economica della comunità locale dagli ultimi anni del 1600 ai primi del 1800.Forcabobolina con la frazione Sambuceto, non solo formava un comune a sé stante, ma quanto al servizio pastorale faceva parte della Parrocchia di S. Maria de Criptis in Villareale: S. Giovanni Teatino (paese, Parrocchia San Giovanni Evangelista) si renderà autonoma nel 1914, mentre Sambuceto nel 1923 (esattamente con bolla del 21.12.1922: Parrocchia San Rocco).Villareale-terra regia, villaggio regio, si chiamava originariamente "Fonte del Trocco" o "del Trocchio". Nel 1595 contava fuochi 21; nel 1648, fuochi 26; e nel 1669, fuochi 11. Con la nuova circoscrizione del secolo scorso, fu ann essa al Comune di Chieti unitamente alle contrade di Villa Foresta e Colle S. Paolo, ma le venne tolta Sambuceto, che fu aggregata al nuovo Comune di Forcabobolina, unitamente ai territori di Torre Gentile, Toppi, Valignani, Lanuti e Prima Villa, "che formavano tante Università (Comuni) separate con Camerlenghi, Cancellieri e Governatori distinti". "Torre Gentile" era divisa in tre parti: Torregentile Valignani, perché appartenuta alla famiglia Valignani; Torregentile Lanuti, perché apparteneva alla famiglia Lanuti; Torregentile Toppi, perché posseduta dalla famiglia Toppi. Ognuna delle tre parti di Torregentile era abitata da 250 persone circa. Secondo le "tassazioni" dei secoli XVI e XVII, nel 1595, c'erano 7 fuochi, nel 1648, 17; nel 1669, 69. "Primavilla" apparteneva, col titolo di Baronia, alla famiglia Henrici.

Da Villareale come Parrocchia, dipendevano S. Giovanni di Forcabobolina, S. Rocco di Torrevecchia e S. Giuseppe di Castelferrato. I coadiutori di Villareale risiedevano però presso queste Chiese, per comodo dei parrocchiani così lontani dalla Chiesa-Madre. Nel perimetro della Parrocchia di Villareale c'erano pure tre Chiese rurali: S. Rocco di Sambuceto, di diritto-patronato della famiglia Henrici; di S. Barbara di Forcabobolina, di diritto-patronato della famiglia Feragalli (la chiesetta esiste ancora oggi, piccolina, purtroppo devastata e deturpata dall'abbandono e dal vandalismo); e di S. Maria del Carmine, amministrata dalla Beneficenza di Chieti.Nel 1844 a Forcabobolina, secondo una relazione di Del Giudice, "non ha avuto per lo addietro altro nome, e da tempo immemorabile, che quello di Forcabobolina, come per antica tradizione, e dai detti di vecchi quasi novagenari. Nel perimetro di questo Comune vi sono le seguenti Ville, cioè Villa Toppi, Villa Lanuti, Villa Gentile, Valignani e Villa Sambuceto... Vi sono due sole Chiese, una filiale con Sagramenti e Sagramentali, sotto il titolo di S. Giovanni Evangelista, e un'altra nella Villa Sambuceto sotto il titolo di S. Rocco, e un'altra particolare Chiesa di S. Barbara della Famiglia Feragalli". Com'è facile notare le due Chiese non vengono presentate come parrocchiali, ma come "dipendenti" o "filiali" di Villareale.Quanto a produzioni agricole, il Sacco nel suo "Dizionario" così ci presenta Forcabobolina: "Villaggio situato in un amena pianura, d'aria salubre,... che si appartiene col titolo di Baronia alla Mensa Vescovile di Chieti.. Le produzioni... del suo terreno sono vettovaglie d'ogni genere, frutti di varie specie, vini, olii e ghiande...". Il Sacco, accennando all'amena pianura si sofferma piuttosto sulla parte che dalla collina scende a valle fino a lambire il fiume Pescara, cioè sulla zona che è oggi Sambuceto.Per quanto riguarda il passato, la popolazione era censita per 13 fuochi nel 1595; per 33 nel 1648; per 115 nel 1669 e 59 nel 1732. Sul finire del XVIII secolo Villa Forcabobolina era abitata da circa 625 individui. Nel 1809 gli abitanti assommavano a 1.763 abitanti; nel 1861 a 1.909; nel 1901 a 2.499; nel 1921 a 2.956 e nel 1951 a 3.967.Il vate Gabriele D'Annunzio, nelle sue "Novelle della Pescara" (La vergine Orsola) cita il territorio di Sambuceto facendo riferimento al culto di San Rocco, patrono della cittadina, e definendo la zona col nome "le piane", "la chiesa delle piane".Dal 1958 la sede comunale è stata spostata nell'agglomerato urbano della frazione Sambuceto, sia per l'elevato tasso di abitanti ivi residenti, sia per lo sviluppo industriale e commerciale che già veniva configurandosi.San Giovanni Teatino, attualmente comune con oltre 10.000 abitanti, è la cerniera delle due città maggiori: Pescara e Chieti e con altri centri limitrofi di fatto San Giovanni Teatino costituisce la cosiddetta area metropolitana Chieti – Pescara e in questo contesto sorge lo scalo aereo, dell'Aeroporto d'Abruzzo.

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.