10 Nov 2011

Ripristinato con un’ordinanza il divieto assoluto di transito ai mezzi pesanti sulle strade principali di Sambuceto

Stop assoluto al transito dei mezzi pesanti nelle strade principali che attraversano la frazione di Sambuceto: è quanto ha disposto il sindaco, Luciano Marinucci, che ha emesso un’ordinanza che dà seguito all’impegno preso per la sicurezza e la tutela della salute pubblica da parte di tutta l’amministrazione comunale.

L’ordinanza, la numero 106, ripristina infatti il divieto di transito a tutti gli autoveicoli pesanti (massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate) sulle arterie stradali principali del Comune che collegano le città di Pescara e Chieti.

«Con questo provvedimento – ha commentato il primo cittadino – ci prefiggiamo di maggiore tranquillità alle migliaia di persone che abitano e vivono il centro di Sambuceto, senza però penalizzare i mezzi pesanti che possono percorrere le strade alternative presenti sul territorio, come il sovrappasso di via Vicenza, l’asse attrezzato, via Tirino a Pescara) per e dall’ingresso autostrada A-14, senza attraversare il centro della nostra città. Con il mio consigliere incaricato al traffico e viabilità, Marco Cacciagrano, ho avuto nei giorni scorsi incontri con le organizzazioni maggiormente rappresentative degli autotrasportatori per illustrare questa decisione: ho trovato una categoria sensibile e comprensiva, che ha saputo analizzare con razionalità e distacco la situazione che si viene a creare nel centro di Sambuceto. In ogni caso, ho rassicurato gli autotrasportatori che il transito dei loro mezzi sarà consentito solo allorquando dovranno effettuare operazioni di carico e scarico sulle strade oggetto del divieto».

Per garantire il rispetto del divieto verranno rafforzati i controlli sulle strade da parte della Polizia Municipale, anche con il limiti dovuti alla carenza di personale e sarà installato un sistema di telecamere per il controllo dei mezzi pesanti che violeranno il divieto di transito così da comminare il relativo verbale di contravvenzione.

Read 3511 times
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.