Print this page
01 Mag 2012

Lettera aperta del sindaco per la Festa del Lavoro

Cari concittadini e care concittadine,

celebriamo oggi una festa che ha oltre un secolo di storia e che porta con sé il peso di tante lotte per affermare non solo il diritto al lavoro, ma anche i diritti dei lavoratori. L l'Italia repubblicana agli albori della sua nascita ha scelto di porre il lavoro come principio fondante del nuovo Stato (art. 1 Costituzione), riconoscendo all’umile e fattiva laboriosità di un intero popolo, la dignità e la speranza di una cittadinanza nuova, costruita sui valori della democrazia e della libertà.

La ricorrenza del Primo Maggio, perciò, non è solo una festa di memoria, ma un giorno che deve essere presente in tutti i giorni dell'anno, in quanto il lavoro è una dimensione fondamentale dell’identità di ciascuno, della sua realizzazione personale e sociale.

La festa del Lavoro è occasione di riflessione sia per coloro che godono del privilegio di avere un'occupazione stabile e sicura, sia per chi vive l'incertezza della precarietà e dei contratti a termine, sia soprattutto per coloro che il lavoro lo hanno perduto o non lo hanno mai avuto e troppo spesso smettono di cercarlo. A questi ultimi va il pensiero di tutta l’amministrazione, il mio personale incoraggiamento, la mia solidarietà.

La disoccupazione è una piaga non solo sociale, ma umana, perché impedisce ad un uomo di poter esprimere appieno le proprie capacità. Dal giorno del mio insediamento ho incontrato tanti concittadini schiacciati dalla mancanza o dalla perdita del lavoro e preoccupati per il sostentamento delle loro famiglie. Per questo tra le priorità che abbiamo posto in essere, per dare una risposta concreta a questo grande problema, a giorni inaugureremo uno sportello lavoro riconosciuto dal Ministero che favorirà l’incontro tra la domanda e l'offerta nel nostro territorio.

Stiamo cercando di aiutare i lavoratori in difficoltà con provvedimenti temporanei, attraverso gli strumenti che la legge ci consente, come i voucher da acquistare presso l'Inps, come è accaduto nel caso dei giorni dell'emergenza neve per venti spalatori disoccupati.

Celebriamo oggi la festa del Primo Maggio con un gesto piccolo, ma spero per tutti voi significativo: la giunta municipale ha deciso, su mia proposta, di stornare cinquemila euro dal capitolo di bilancio relativo alle manifestazioni, con i quali potevano realizzare un concerto, magari proprio per la festa del Lavoro, al fine di acquistare dei voucher formativi che potremo utilizzare per i disoccupati del nostro territorio che ci daranno una mano nella prossima stagione estiva per quei lavori di manutenzione che non sono previsti dal contratto di servizio con la Sgs e la FbServizi.

Piccoli gesti , ma sentiti, come sentito è l’augurio rivolto a tutti di prosperità e realizzazione lavorativa.

Buon Primo Maggio a tutti!

Il sindaco

dott. Luciano Marinucci

Read 3174 times
Rate this item
(0 votes)

Ultime da Super User

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.