16 Feb 2013

Il sindaco sulle elezioni politiche: «Non sostengo le attuali forze in campo»

«Il sottoscritto e diversi miei amministratori non sostengono alcun candidato ed alcuna lista che concorrerà il 24 e 25 febbraio prossimi alle elezioni politiche ed in particolare il sindaco non si riconosce in questo “assurdo” passaggio elettorale in alcuna forza politica che negli ultimi 14 mesi ha sostenuto il Governo uscente, presieduto dal sen. Mario Monti»: così il primo cittadino, Luciano Marinucci, precisa la sua posizione neutrale di fronte alla campagna elettorale in atto anche in città.

«Il Governo uscente – ha spiegato Marinucci – si è caratterizzato per una impostazione assolutamente incomprensibile e vessatoria nei confronti dei cittadini, imponendo ai Comuni lo sgradito compito di esigere tasse e tariffe appesantite dai provvedimenti finanziari adottati per decreto e spesso ricorrendo al voto di fiducia, tagliando in maniera acritica ed insostenibile i trasferimenti agli enti locali, mettendoci in condizione di non poter più erogare con tranquillità i servizi alla popolazione.

Non è possibile quindi sostenere coloro che in questi mesi hanno concorso con il loro voto a determinare la situazione in cui ci troviamo, mettendo i sindaci nell’assurda situazione di essere esclusivamente dei carnefici esattori ed impopolari tagliatori di servizi esistenti, senza nessuna possibilità di programmare miglioramenti o nuove attività rivolte ai bisogni dei nostri amministrati.

Quanto ai singoli esponenti della mia maggioranza, essi sono liberi, come sempre lo sono stati, di sostenere chi ritengono più opportuno appoggiare in quanto la nostra è una vera e propria lista civica, senza padroni.

La forza e la coesione del gruppo amministrativo “Progetto Comune” è nel programma che abbiamo sottoscritto quasi due anni fa e che i cittadini hanno premiato con un consenso chiaro e ampio. Il mio impegno era e rimane quello di guidare la nostra comunità locale cercando di lavorare al bene di San Giovanni Teatino, pur nelle difficoltà cui ci ha costretto un Governo tecnico che ha solo saputo tagliare e tassare».

Read 3238 times Last modified on Sabato, 16 Febbraio 2013 14:04
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.