25 Ott 2013

Tutti i richiedenti avranno il buono libro: il Comune raddoppia lo stanziamento effettuato dalla Regione Featured

Ammonterà a 23.200 euro la somma che sarà inserita nel bilancio comunale in via di approvazione per coprire i costi del “buono libro”, che ogni anno il Comune eroga agli studenti delle scuole medie e superiori residenti a San Giovanni Teatino: la somma è stata individuata tenendo conto di tutte le 152 domande pervenute e aventi i requisiti prescritti per l’accoglimento.

 

La giunta municipale ha infatti deciso, per la prima volta dall’istituzione del “buono libro”, che viene erogato sotto forma di rimborso per le spese affrontate nell’acquisto dei libri di testo degli studenti che hanno un reddito familiare ISEE inferiore a 10.632 euro, di accogliere tutte le richieste pervenute, aggiungendo agli 8.106 euro concessi dalla Regione ben 15.094 euro, raddoppiando lo stanziamento dell’anno scorso, in considerazione anche della minore entità del contributo regionale.

«Per la mia amministrazione – ha dichiarato il sindaco, Luciano Marinucci – l’educazione e la formazione delle giovani generazioni ha un posto speciale nella scala delle priorità, come abbiamo più volte dimostrato nelle scelte di bilancio fatte finora: quest’anno, di fronte ad un taglio fortissimo del contributo regionale, ci siamo interrogati su come migliorare un sostegno che è particolarmente importante per le famiglie meno abbienti del territorio e tutta la giunta ha convenuto sul fatto che fosse giusto coprire con fondi comunali l’intero ammontare residuo necessario per erogare il buono libro a tutti gli aventi diritto. La scuola è un bene essenziale per la crescita civile, sociale ed umana dei nostri ragazzi e compito dello Stato, nelle sue articolazioni territoriali, è promuovere le condizioni perché tutti possano avere le possibilità di studiare, così come recita la nostra Costituzione: noi crediamo di avere fatto la nostra parte, facendo un sacrificio in più, compiuto però con la consapevolezza di investire nel futuro del nostro paese. Non appena il bilancio verrà approvato, verosimilmente nella seconda metà di novembre, il buono libro sarà a disposizione di chi ne ha fatto richiesta».

Read 3587 times Last modified on Venerdì, 25 Ottobre 2013 11:16
Rate this item
(0 votes)

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.