Si informa la cittadinanza che lunedì 4 agosto, alle ore 21:00, in Piazza Municipio, ci sarà un dibattito sul futuro dell'area metropolitana Chieti-Pescara.

Il dibattito vedrà la presenza dei sindaci di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci, di Chieti, Umberto Di Primio, e di Pescara, Marco Alessandrini.

Ci sarà un momento dedicato al question time, dove i cittadini potranno porre domande, a cui i sindaci risponderanno.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

Si allega la locandina dell'evento.

 

 

 

Pubblicato in Notizie e Comunicati

 

 

A seguito delle dimissioni del sindaco di Francavilla al Mare dal Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) in seno alla Regione Abruzzo, Luciano Marinucci entra nell'organismo regionale, nato nel 2007 come organo di raccordo e consultazione permanente tra la Regione e il sistema delle autonomie locali.

Il sindaco Marinucci era stato il primo dei non eletti nelle consultazioni svoltesi nel 2012 tra i colleghi che hanno individuato i quattro delegati della provincia di Chieti in seno al CAL: insieme a lui continuano a rappresentare il territorio teatino i sindaci di Taranta Peligna, Marcello Martino, di Fresagrandinaria, Giovanni Di Stefano, e di Borrello, Giovanni Antonio Di Nunzio.

«Per me – ha commentato il sindaco Marinucci – è un onore poter rappresentare la nostra provincia all'interno di un organismo che ha avuto negli ultimi anni un ruolo essenziale nell'indirizzare le politiche della Regione Abruzzo in materie delicate e vitali per le autonomie locali, in maniera tale da evitare un nuovo centralismo regionale che avrebbe significato lo svilimento del ruolo, del tutto imprescindibile, degli enti locali nel governo del proprio territorio. Il mio lavoro, per il quale non percepirò, al pari dei miei colleghi, alcun compenso, sarà orientato a rivalutare l'originalità e la capacità propositiva dei territori, che nella nostra regione sono tanti e diversificati, ma che sono il primo bastione del contatto con i cittadini».

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Notizie e Comunicati

 

«Un'amministrazione comunale che ha fatto tutto quello che gli Italiani vorrebbero facesse il Governo su scala nazionale»: così questa mattina, alle 9.40, Alessio Maurizi, conduttore della trasmissione «Si può fare: cronache di un Paese migliore», in onda su Radio24, l'emittente nazionale del gruppo «Sole 24 Ore», ha apostrofato la manovra di bilancio attuata a fine anno 2013 dalla Giunta presieduta dal sindaco, Luciano Marinucci.

Il primo cittadino è stato ospite del programma radiofonico che ha presentato le misure di contenimento della spesa e di razionalizzazione dei costi adottato dal Comune di San Giovanni Teatino con il bilancio 2013 come «un caso felice di spending review». Marinucci è stato invitato dal conduttore, dopo aver brevemente presentato la realtà territoriale e la composizione della sua amministrazione, a riepilogare i principali provvedimenti presi dalla Giunta che hanno dato luogo ad oltre 600 mila euro di risparmi per il 2014.

«In primo luogo – ha spiegato in radio il sindaco – abbiamo pensato di spendere di meno sui costi della macchina amministrativa, approvando una ristrutturazione profonda dell’organizzazione del municipio, rinunciando alle figure dirigenziali, che erano tre, risparmiando 280 mila euro all’anno».

Una scelta, questa, su cui il giornalista conduttore si è soffermato particolarmente, chiedendo anche al primo cittadino in che modo è stato riorganizzato il lavoro del municipio.

«Poi – ha proseguito Marinucci – abbiamo cancellato 120 mila euro annui di affitti vari, per locali che contenevano strutture dell’amministrazione comunale che ora, con una più oculata distribuzione, sono rientrati in un piano di razionalizzazione».

Anche in questo caso, Alessio Maurizi ha osservato che se i Ministeri e gli organi costituzionali dello Stato applicassero questa indicazione, sarebbero milioni quelli che gli Italiani risparmierebbero.

Il sindaco ha anche citato la vendita della Farmacia Comunale, con cui San Giovanni Teatino risparmierà circa 170 mila euro di stipendi, oltre ad aver intascato oltre 1,5 milioni di euro, e la rinegoziazione dei contratti del personale impiegato nella società partecipate: una misura, quest'ultima, che ha suscitato la curiosità del conduttore che ha chiesto al sindaco se i dipendenti lo guardano un po' “storto” quando entra in Comune.

Pubblicato in Notizie e Comunicati

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.