28 Mag 2014

Venerdì 30 maggio la "festa della legalità"

 

Dopo un mese fitto di eventi dedicati al rispetto della legalità, il Comune di San Giovanni Teatino festeggia con una mattinata tutta per le scolaresche della cittadina l’intenso lavoro di sensibilizzazione svolto negli ultimi mesi.

E’ la Festa della legalità che si svolgerà venerdì 30 maggio, a partire dalle ore 9 nella galleria Wojtyla e che vedrà la partecipazione di oltre mille studenti che sono stati impegnati nei laboratori artistici, fotografici e video, nei percorsi di formazione, nelle visite guidate, tutte imperniate sui temi del rispetto delle regole. L’evento rientra nell’articolato progetto che l’assessorato alle Politiche dell’accoglienza e della legalità ha avviato sul territorio comunale nei mesi scorsi per diffondere cultura del rispetto e della sicurezza. Il Comune ha ottenuto il finanziamento del progetto dopo aver vinto un bando della Regione Abruzzo relativo al Fondo per le Aree Sottoutilizzate, dedicato specificamente a garantire migliori condizioni di sicurezza a cittadini e imprese. Accanto al Comune una serie di partner operativi che hanno inventato modi semplici e giocosi per instillare l’educazione alla legalità in tutte le fasce della cittadinanza.

A partire dall’Istituto comprensivo G. Galilei: il contributo dei dirigenti e del corpo docente è stato fondamentale per il coinvolgimento attivo dei ragazzi che, nel corso della festa, animeranno con loro lavori gli interventi che si alterneranno.

Nel corso della mattinata saranno raccontate, attraverso la voce di chi le ha realizzate,  le azioni progettuali. Sarà una giornata, dunque, dedicata al gioco e alla riflessione che vedrà la partecipazione degli amministratori, delle scuole, dei partner di progetto e dell’Osservatorio regionale permanente contro il bullismo. Leitmotiv della giornata sarà la lotta al bullismo: il Comune di San Giovanni, infatti, ha dato avvio a una campagna di sensibilizzazione sociale contro il bullismo - adottando lo slogan del Miur “Smonta il bullo” – in sinergia con i Comuni di Città Sant’Angelo, Celano e Lanciano. La campagna sociale è curata da Territorio sociale, società specializzata nell’innovazione delle politiche sociali.

L’accoglienza dei ragazzi è affidata al dirigente scolastico Alfredo Schiazza, al sindaco del Comune, Luciano Marinucci, e all’assessore alle Politiche dell’accoglienza e della legalità, Alessia Chiacchiaretta. Si alterneranno, poi, gli interventi dell’associazione Tu sei… Arte, della società cooperativa Edenia, saranno resi noti i vincitori del concorso fotografico “Immagini per la legalità” a cura dell’associazione Unilieta. Ci sarà spazio anche per la rappresentazione teatrale “Edu Theatre, crescere nella legalità: storia di Iqbal” a cura dell’associazione Il Canovaccio e per la proiezione dei lavori per immagini realizzati da Prospettiva Immagine. Chiuderà la giornata l’associazione Ananke con il racconto del suo laboratorio “Legalità a scuola”. Magodario allieterà con uno suo spettacolo la giornata, mentre le performance delle singole associazioni saranno curate dagli studenti dell’Istituto comprensivo G. Galilei.  

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

Intanto, nella giornata di domani, 29 maggio, si svolgerà l’evento “Due ruote sicure”: formazione in aula e percorso in bici nel cortile dell’Istituto Comprensivo di San Giovanni Teatino. L’evento è realizzato in collaborazione con la Polizia Municipale del Comune di San Giovanni Teatino, l’Automobile Club Chieti e la società cooperativa Edènia.

 

 

 

Pubblicato in Servizio Cultura

È arrivato lucido e attivo a 106 anni, Pasquale Mincone, nato il 19 aprile 1908 a San Giovanni Teatino, e questa mattina è stato allegramente festeggiato nella sala consiliare dal sindaco, Luciano Marinucci, dagli amministratori e da una nutrita rappresentanza del Centro Sociale Anziani di Sambuceto, che tuttora l’anziano, che probabilmente è anche il più vecchio d’Abruzzo, frequenta regolarmente.

Accompagnato dai due figli, cinque nipoti e sei pronipoti, Pasquale Marinucci ha vissuto l’intera sua vita a San Giovanni Teatino, dove ha svolto prima il mestiere di muratore, poi ha creato una impresa edile. Fino a tre anni fa era solito anche occuparsi del piccolo orto che aveva vicino casa. Oggi l’anziano, che riesce ancora a camminare con l’uso del deambulatore, continua a frequentare il Centro Sociale di Sambuceto, dove ingaggia formidabili partite a briscola e tressette, specialità in cui è ancora un campione.

A chi gli ha chiesto il segreto della sua longevità, Pasquale ha risposto: vita tranquilla, lavoro e serenità.

«Per me e per tutta la cittadinanza – ha detto il primo cittadino nel suo saluto prima del brindisi augurale – è un momento emozionante perché segna un traguardo unico, almeno in Abruzzo: siamo orgogliosi che qui a San Giovanni Teatino si possa arrivare a cent’anni ed oltre. Anzi, mi auguro che questa condizione sia contagiosa e possa toccare a tutti noi: del resto, il nostro Centro Sociale per Anziani è ricco di tanta umanità, di tanta gioia, di tanta passione e Pasquale è una delle sue colonne. Sappiamo bene come, in questo tempo di crisi, gli anziani sono diventati il pilastro economico delle famiglie, realizzando una sorta di welfare privato che riesce a sostenere anche il cammino e i sogni dei nipoti. Oggi però facciamo festa e ci rallegriamo per un nostro concittadino che ha dato tanto al nostro paese e che costituisce un simbolo importante per tutti noi».

 

 

 

Pubblicato in Notizie e Comunicati

Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità dei nostri siti. Maggiori informazioni privacy policy.

Accetto l'utilizzo di cookies.